Come-scegliere-banca-sicura

Quali sono le valutazioni da fare quando si deve scegliere una banca che sia sicura e che si adatti perfettamente alle proprie esigenze? Selezionare l’istituto bancario presso il quale aprire un conto o un altro prodotto è una scelta importante. Per trovare la banca migliore per sé occorre prestare attenzione ad una serie di fattori.

Sicurezza della banca

La sicurezza, quando si tratta dei propri risparmi, è al primo posto. Occorre che la banca alla quale ci affidiamo abbia alti livelli di solidità. Innanzitutto occorre sapere che a partire dal 1° gennaio 2016 sono cambiate le regole di salvataggio delle banche in crisi in Italia e negli altri Paesi appartenenti all’Eurozona.

Con l’introduzione del cosiddetto bail-in sono gli azionisti, gli obbligazionisti e correntisti a contribuire al salvataggio della propria banca in caso di crisi. Fanno eccezione solamente i correntisti che vantano un deposito inferiore a 100 mila euro. In questo caso è il Fondo di Garanzia dei Depositi a garantire i risparmi. Tramite degli interventi noti come stress test, si compiono delle simulazioni per comprendere come si comporterebbe una banca in caso di crisi. A questo comportamento viene poi dato un voto, un parametro fondamentale per stabilire la solidità di una banca. Nello scegliere una banca sicura, inoltre, è possibile valutare il relativo Cet1 ratio, un indicatore che ci mostra con quali risorse l’istituto oggetto di valutazione riesce a garantire i prestiti concessi ai clienti ed i rischi rappresentati dai crediti deteriorati.

Valutare le proprie esigenze

Nello scegliere la propria banca è opportuno individuare antecedentemente le proprie esigenze. Se si apre un conto corrente per l’accredito dello stipendio e per le spese di tutti i giorni, se invece si è interessati a conti deposito o ad altre soluzioni di investimento, oppure se l’esigenza è quella di richiedere un prestito o di contrarre un mutuo. In base a queste variabili si può fare una valutazione tra i vari Istituti.

Costi e commissioni

È molto importante fare anche una valutazione sui costi di apertura e mantenimento del conto corrente e le commissioni applicate per le varie operazioni effettuate. Ultimamente molte banche, anche quelle non esclusivamente online, propongono conti a zero spese.