Glossario Della Finanza Cose Il Nav Net Asset Value

Il NAV (Net Asset Value) è un indicatore finanziario importante se vuoi investire in classi di attività, poiché rappresenta il valore dell’attivo netto del patrimonio di un fondo.

Dunque, nel momento in cui vuoi sottoscrivere nuove quote di un fondo comune d’investimento, o incassare al rimborso quelle in tuo possesso, dovresti valutare il NAV per fare scelte più consapevoli e ponderate.

Un investitore poco esperto potrebbe associare il valore dell’attivo netto di un fondo al prezzo di un’azione. Nonostante rappresentino entrambi una quotazione di riferimento, non sono la stessa cosa. È bene chiarire alcuni dettagli per capire cos’è il NAV, come può esserti utile e come viene calcolato.

Cos’è il NAV (Net Asset Value) e come calcolarlo

Quando decidi di investire in un fondo comune, per costruire un portafoglio diversificato, il NAV è una metrica che ti aiuta a valorizzare e monitorare l’andamento del tuo investimento. Puoi dunque cogliere potenziali opportunità all’interno di fondi comuni, ETF o indici.

Le Società di Gestione del Risparmio (SGR) possono calcolare il valore del Net Asset Value in autonomia, oppure delegare l’incarico alla banca depositaria del fondo. In ogni caso, il NAV è il risultato della somma algebrica del valore totale degli asset class presenti nel portafoglio del fondo (beni, titoli e liquidità), al netto di eventuali passività. Suddividendo il NAV del fondo per il numero di quote in circolazione è possibile ottenere il valore unitario di ciascuna azione.

Il calcolo del NAV di un fondo d’investimento avviene, di solito, su base giornaliera, al termine delle attività di negoziazione. Dunque, è necessario considerare “l’effetto ritardo” dovuto al tempo che trascorre tra il momento in cui la SGR calcola il NAV rispetto alla sua comunicazione agli investitori.

Ecco perché, quando vendi o acquisti quote di un fondo, è quasi impossibile farlo basandoti sul Net Asset Value dello stesso giorno in cui effettui l’operazione. Per sopperire a questo ritardo è previsto il “cut-off”. Ovvero, l’orario limite che definisce il valore del NAV legato alla tua operazione finanziaria.

Gli ordini inseriti prima del cut-off prendono il valore del giorno, mentre ai successivi è attribuita la quotazione del giorno dopo. Infine, considera che la valutazione del NAV può presentare leggere differenze in base al tipo di fondo su cui hai orientato i tuoi investimenti.

Frequenza di calcolo del NAV in base al tipo di fondo comune d’investimento

A seconda del tipo di fondo in cui decidi di investire, e delle tipologie di attività sottostanti in esso contenute, il valore dell’attivo netto può essere calcolato con frequenze diverse:

  • fondi comuni d’investimento di tipo aperto – ovvero, quando l’investitore può liberamente comprare o vendere quote del fondo, il calcolo avviene su base quotidiana;
  • fondi comuni d’investimento di tipo chiuso – ovvero, quando il diritto al rimborso delle quote è riconosciuto all’investitore solo a scadenze predeterminate, il calcolo avviene con frequenza meno elevata (circa un mese).

Il valore del patrimonio di un fondo comune di investimento può dunque subire variazioni quotidiane per effetto di 2 fattori:

  • fluttuazione dei prezzi degli strumenti finanziari e delle attività in cui è investito il patrimonio;
  • cambiamento del numero di quote in circolazione dovuto a nuove sottoscrizioni e/o alle richieste di liquidazione da parte degli investitori.

Quindi, nonostante il NAV non sia l’unico valore da considerare per valutare le prestazioni di un fondo, può fornirti un’informazione fondamentale per aiutarti a orientare i tuoi investimenti.

Il NAV differisce dal prezzo delle azioni

Come detto in apertura, il NAV è un indicatore del valore netto di mercato delle azioni di un fondo. Ma il concetto non deve essere confuso con il prezzo delle azioni sottostanti.

I fondi d’investimento sono prodotti finanziari che consentono di acquistare quote di partecipazione a un patrimonio collettivo, il quale viene investito in varie tipologie di asset class.

Se investi in un fondo stai acquistando quote dello stesso, non dei singoli asset class che lo compongono. Dunque, mentre il prezzo delle azioni di società quotate in borsa varia in continuazione, il NAV del fondo viene calcolato a fine giornata.

Inoltre, il numero delle azioni in circolazione è fisso, a meno che non avvenga un aumento o una riduzione di capitale della società che le emette. Invece, il numero delle azioni in circolazione di un fondo d’investimento non è mai statico: cambia a seconda di come agiscono gli investitori, poiché possono sottoscriverle o richiederne il rimborso.

In conclusione, nonostante la variazione del valore delle azioni presenti in un fondo d’investimento possa influire sul suo rendimento, il valore del NAV è il risultato di un calcolo complesso che prende in considerazione un insieme variegato di asset class. Sono dunque due concetti finanziari completamente diversi.

Il Net Asset Value nei fondi ETF

Gli ETF (Exchange Traded Funds) sono particolari fondi d’investimento (o Sicav) a gestione passiva, che investono in un paniere diversificato “replicando” la composizione di un indice di borsa.

Il NAV per quota di un ETF è sempre un valore che rappresenta la differenza tra attività e passività del fondo, diviso per il numero di azioni in circolazione. Tuttavia, a differenza dei fondi comuni d’investimento, gli ETF:

  • hanno un rendimento legato alla quotazione di un indice borsistico e non alle abilità della società di asset management;
  • vengono scambiati in borsa in negoziazione continua, come le azioni. Di conseguenza, il loro valore varia nell’arco della stessa giornata di contrattazioni;
  • necessitano di una misura intra-giornaliera del NAV, per mantenere i prezzi in linea con i valori riscontrati nei portafogli;
  • sono negoziati con un leggero premio o sconto rispetto al loro NAV, in base alla variazione del prezzo di mercato.

Rispetto ai fondi comuni e ai fondi chiusi, gli ETF garantiscono maggiore trasparenza. Inoltre, il loro patrimonio è autonomo e separato da quello dell’emittente, perciò sono uno strumento finanziario meno rischioso. Se stai valutando un investimento, in questo articolo puoi scoprire cosa sono e come funzionano gli ETF.

Conoscere il NAV (Net Asset Value) e investire con consapevolezza

Una buona educazione finanziaria è la chiave per essere un investitore consapevole. Se conosci gli strumenti finanziari, puoi sceglierli in base agli obiettivi che vuoi raggiungere e sai sempre cosa aspettarti dai tuoi investimenti. Puoi prendere decisioni migliori e sentirti più sicuro.

Tuttavia, quando sei solo e non hai esperienza negli investimenti, il pericolo di commettere errori, o di lasciarti guidare dall’emotività, è molto elevato. Per proteggere e valorizzare il tuo patrimonio, oltre alla consapevolezza, serve la guida di un private banker di fiducia. Un consulente finanziario di comprovata esperienza, che ti aiuti a fare scelte ponderate e a investire con saggezza.

Contattami senza impegno e richiedi la tua consulenza gratuita. Insieme possiamo analizzare la tua situazione patrimoniale e pianificare le azioni necessarie a soddisfare le tue necessità d’investimento.