Glossario-finanza-azioni

Oggi inizierò a pubblicare il glossario finanziario che, periodicamente, andrà a toccare, in ordine alfabetico, varie parole chiave e tematiche, fondamentali per avvicinarsi e capire meglio il mondo degli investimenti e della finanza. Una sorta di educazione finanziaria adatta a tutti. Oggi partiamo con il termine: Azioni.

Che cosa sono le Azioni?

Un’azione nella finanza è un titolo rappresentativo di una quota della proprietà di una società per azioni. Il possessore è detto azionista e l’insieme delle azioni della società è detto capitale azionario. L’azione, una forma di investimento da parte del detentore, è uno strumento finanziario, soggetto ad un rating di valutazione, ed in genere a capitale non garantito.

Le azioni possono essere quotate o non quotate. Nel primo caso è più facile acquistarle o venderle ad un prezzo di mercato. Le azioni non quotate, invece, possono presentare grossi problemi al momento della vendita. Attraverso l’emissione e il collocamento delle azioni, le società per azioni finanziano la propria attività.

Il ricorso alle azioni consente un facile scambio delle quote di proprietà, ad esempio attraverso lo strumento del mercato azionario. È possibile emettere diverse tipologie di azioni; all’interno di ciascuna categoria le azioni devono essere uguali e offrire uguali diritti.

Il vantaggio dell’emissione di azioni per l’azienda emittente è rappresentato dal recupero di liquidità finanziaria necessaria per eventuali investimenti, mentre il possessore ha diritto a ricevere una quota dei profitti dell’azienda (dividendi), oltre a possibili guadagni derivanti dalla rivendita delle azioni stesse, quotate sul mercato azionario.

La quotazione di un’azione, ovvero del suo valore nel mercato azionario, è in primis una conseguenza della maggiore o minore importanza in termini di valore o peso economico attribuita all’azienda cui essa è legata, un’altra fonte di quotazione è relativa all’andamento del particolare mercato di riferimento dell’azienda stessa all’interno del sistema economico.

Tipi di azioni

Di norma le azioni hanno uguale valore (valore nominale) e uguali diritti. Tuttavia, le società, nello statuto, possono prevedere diverse categorie di azioni, con diritti amministrativi ed economici differenziati:

Azioni risparmio: non danno diritto di voto ma hanno dei privilegi di natura economica in genere riferiti alla distribuzione dei dividendi.

Azioni privilegiate: generalmente queste azioni prevedono una prevalenza nella distribuzione dei dividendi a fronte della limitazione del diritto di voto alle sole assemblee straordinarie.

Azioni a voto plurimo: prevedono la possibilità, per le società non quotate, di creare statutariamente azioni con diritto di voto plurimo. Anche le società quotate possano avere azioni a voto plurimo nel caso in cui tale categoria fosse già presente prima della quotazione.

Azioni a voto maggiorato: gli statuti delle società quotate possono prevedere che sia attribuito un voto maggiorato, fino ad un massimo di due voti, per ciascuna azione appartenente al medesimo soggetto per un periodo continuativo non inferiore a due anni.