Importanza-orizzonte-temporale-investimenti

Cos’è l’orizzonte temporale?

L’orizzonte temporale di un investimento indica il massimo intervallo di tempo in cui riesci a rinunciare, senza che questo ti causi pesanti perdite finanziarie, alla somma destinata al tuo investimento. Pertanto, oltre a questa prima definizione, possiamo aggiungerne una seconda, che è la seguente: l’orizzonte temporale costituisce anche l’intervallo di tempo entro cui l’investitore non ha bisogno di preoccuparsi delle variazioni di mercato che potrebbero intaccare il valore dell’investimento effettuato. L’orizzonte temporale è un fattore che dipende dalle tue esigenze finanziarie, siano esse di breve periodo o lungo periodo.

In particolare, a seconda che tu scelga di optare per un orizzonte a breve termine, piuttosto che per un orizzonte a lungo termine, è bene che tu consideri il rischio che sei disposto a sostenere. Per la prima opzione è consigliabile che l’investimento sia di basso rischio, poiché in caso di perdite, dato il breve tempo che hai a disposizione, non ti sarebbe consentito recuperare ciò che hai perso. Altrimenti, in caso optassi per l’investimento a lungo termine potresti alzare il capitale per il tuo investimento, in quanto il tempo a disposizione per il recupero di eventuali perdite dovute ad andamenti negativi del mercato è maggiore.

La pianificazione finanziaria

L’attività di investimento porta al perseguimento di un obiettivo. Tuttavia, come in tutti i casi in cui ci si prefigge il raggiungimento di un obiettivo, la propria volontà e la propria determinazione possono vacillare nel tempo, a seguito del sorgere di alcuni stati emotivi che portano al voler lasciar perdere la direzione che si stava intraprendendo.

Per evitare che questo succeda sarebbe bene fare una corretta pianificazione finanziaria. La pianificazione è un processo che compiamo tutti i giorni, in ogni momento, anche senza rendercene conto. Questo percorso automatico si divide in diverse fasi: si analizzano i bisogni e gli obiettivi, si ragiona sui metodi e i tempi per la loro soddisfazione e il loro ottenimento. Il tutto ovviamente può essere modificato in corsa a seconda degli imprevisti, ostacoli e opportunità che si presentano.

La pianificazione in finanza è estremamente utile: ci aiuta a porci domande su quali siano effettivamente i nostri bisogni e quali obiettivi vorremmo raggiungere. E’ un passaggio a volte non semplice, ci può capitare di pensare di avere un bisogno che però in realtà è dettato solo da una paura o una convinzione errata e così gli obiettivi che ci prefiggiamo sono viziati.

Seguire una pianificazione ci permetterà di fare scelte coerenti con la nostra situazione, scegliere strumenti finanziari adatti e rimanere il più possibili razionali anche in momenti difficili di mercato, perché avremo scelto in modo consapevole.