Investire In Metalli Preziosi

Investire in metalli preziosi significa avvalersi di uno strumento finanziario strategico per diversificare il portafoglio, oltre ad azioni, obbligazioni e altre partecipazioni. E sai bene che la diversificazione è una regola aurea nello sviluppo di un processo di pianificazione finanziaria efficace.

I metalli preziosi fanno parte dell’asset class delle materie prime. I più apprezzati dagli investitori sono oro, platino e argento, ma ne esistono molti altri, come il rodio, il palladio, l’iridio, il rutenio, ecc. Sono ritenuti di elevato valore economico poiché rari e difficili da estrarre o produrre. Nonché per le loro proprietà chimico-fisiche, che li rendono indispensabili in molti processi industriali.

Nel corso della storia, i metalli preziosi hanno sempre ricoperto un ruolo fondamentale come riserva di valore e base per il denaro. Oggi, è possibile acquistarli e venderli fisicamente, oppure attraverso diversi meccanismi, come i mercati dei derivati e gli ETF.

Vengono considerati dei beni rifugio, ma rappresentano un vero e proprio investimento. Quindi, investire in metalli preziosi è un’azione finanziaria con un orizzonte temporale di medio lungo termine, destinata a soddisfare le necessità relative alla crescita del patrimonio.

Ci sono molti aspetti da considerare, per sapere cosa significa investire in metalli preziosi. Di certo, sono utili diversificatori del portafoglio e possono offrire un’ottima copertura contro l’inflazione. Ma non sono esenti da oscillazioni di valore e, come tutti gli investimenti, presentano vantaggi e svantaggi. Vediamoli subito.

Perché e quando investire nei metalli preziosi: una possibile copertura contro l’inflazione

Investire nei metalli preziosi può essere un’ottima strategia per proteggere i tuoi risparmi, poiché tendono a compensare gli effetti dell’inflazione e a contrastare possibili scenari di incertezza finanziaria.

In passato, i metalli preziosi hanno ricoperto un ruolo fondamentale nell’economia globale, perché molte valute erano fisicamente coniate utilizzandoli, oppure sostenute dal loro valore. Oggi, invece, gli investitori li acquistano principalmente come asset finanziario.

I metalli come oro, argento, platino, ecc. sono diversi dalle altre materie prime. Mentre queste ultime sono soggette alle oscillazioni della valuta, i metalli preziosi competono con le valute stesse a livello di asset. Dunque, l’investimento in metalli preziosi dovrebbe far parte del tuo processo di pianificazione finanziaria. Sono diversi i fattori che ne sottolineano l’importanza strategica.

Perdita di fiducia nei mercati

Quando gli investitori perdono fiducia nelle valute cartacee e in altri mercati, l’oro e i metalli preziosi in generale hanno la tendenza storica di mantenere il loro valore. Presentano una correlazione bassa o negativa con altre classi di attività, come azioni e obbligazioni, e rappresentano una riserva di ricchezza in quei periodi di incertezza economica. Pertanto, anche un piccolo investimento in metalli preziosi consente di ridurre sia la volatilità che il rischio.

Inflazione e instabilità politica

Durante i periodi di iperinflazione o di sconvolgimento politico, i metalli preziosi sono attività che fungono spesso da capitale di fuga. Nel corso della storia gli esempi in cui hanno sostituito la carta moneta, come unico mezzo di scambio accettabile, sono molto numerosi.

Perciò, quando i tassi di rendimento reali nei mercati azionari, obbligazionari o immobiliari sono negativi, gli investitori si riversano su oro e metalli preziosi, come risorsa capace di resistere e mantenere il suo valore.

I metalli preziosi sono un bene intercambiabile

I metalli preziosi rappresentano la forma di moneta più antica e sono un bene fungibile. Ovvero, sono intercambiabili, proprio come il denaro. Non è un caso che, ogni qual volta si presentino guerre o crisi politiche, le persone guardino ai metalli preziosi come unica risorsa. I risparmi di un’intera vita possono essere preservati e conservati.

Quando si tratta di spiegare cosa significa investire in metalli preziosi, ci sono diverse strade da percorrere. Quelle che seguono, sono le principali.

Come investire in metalli preziosi

Esistono molti modi per investire in metalli preziosi e diversificare il portafoglio. Dunque, se desideri includerli nelle tue strategie finanziarie, vediamo quali sono le principali modalità per riuscirci.

Acquisto di lingotti e monete

Puoi comprare fisicamente lingotti e monete, per poi conservarli in apposite cassette di sicurezza. Di solito, l’acquisto fisico di metalli preziosi passa attraverso degli istituti finanziari, o altri broker di terze parti. Perciò, è molto importante fare attenzione a chi ci si affida. Questo approccio ha il vantaggio di ridurre il rischio di controparte, ma presenta anche dei costi di stoccaggio e assicurazione.

Non esiste investimento privo di rischio. Quindi, considera che lingotti e monete di metalli preziosi possono essere scambiati a premi o sconti rispetto ai prezzi effettivi dei metalli sottostanti. Questi differenziali derivano, naturalmente, dalla domanda e dall’offerta del mercato.

Inoltre, quando acquisti fisicamente metalli preziosi, esiste la possibilità di non prenderli in consegna e lasciarli al dealer (ente o persona che compra e vende beni). Quest’ultimo, oltre a venderti oro, argento, palladio ecc., può dunque offrirti di conservarli per te, in conti allocati o non allocati. Attenzione, perché c’è molta differenza.

In un conto allocato, i metalli preziosi sono assegnati in forma tangibile. Mentre, in un conto non allocato, il tuo acquisto è solo una voce cartacea in un registro. Se il dealer va in bancarotta o cessa l’attività, il conto allocato proteggerà l’investimento: il tuo oro, platino, o altro metallo prezioso esiste fisicamente. Invece, un conto non allocato potrebbe diventare un problema. Ovvero, senza le riserve fisiche necessarie, il dealer risulterebbe inadempiente sul tuo acquisto.

Altri metodi per investire in metalli preziosi

Quando cerchi uno strumento finanziario per investire nel mondo dei metalli preziosi, è importante considerare diverse opzioni. Oltre all’acquisto fisico, questo particolare asset offre anche altre soluzioni d’investimento:

  • acquisto di prodotti derivati, come swap, futures e opzioni sui metalli preziosi, oppure sulle azioni di società quotate in borsa e impegnate nella loro estrazione o produzione;
  • investimenti in fondi comuni, ETF (Exchange Traded Fund) ed ETN (Exchange Traded Notes) sono strumenti che consentono di implementare varie strategie. Ad esempio, fondi garantiti da metalli preziosi, portafogli di società minerarie ed esposizioni con leva finanziaria;
  • acquisto di azioni delle società minerarie impegnate nell’estrazione e nella produzione di metalli fisici. In questo caso, i rischi aumentano, poiché connessi non solo alle variazioni di valore dei metalli preziosi, ma anche all’andamento in borsa delle società minerarie.

La strada più diretta per gli investimenti nei metalli preziosi è attraverso il mercato fisico. Tuttavia, le altre opzioni offrono vari gradi di approccio, più o meno rischiosi. Devi sempre considerare che i prezzi possono scendere durante i periodi di incertezza economica. È una normale conseguenza dovuta al fatto che gli investitori sono costretti a liquidare le attività per coprire le richieste di margine e altre cambiali.

Allo stesso modo, gli asset fisici possono essere difficili da vendere a prezzi ragionevoli, in particolare durante i periodi di maggiore volatilità. Il fattore più importante da ricordare è la consapevolezza di quello che stai facendo: devi capire cosa stai comprando e vendendo, nonché il rischio della tua controparte.

Investire in oro, argento e metalli preziosi per diversificare i tuoi investimenti

I metalli preziosi sono un asset utile ed efficace per diversificare un portafoglio. Mantengono un certo valore intrinseco nel tempo, ti proteggono dall’inflazione e offrono diverse opzioni d’investimento. La loro volatilità può essere sfruttata, ma se non sai come gestirla potresti andare incontro a brutte sorprese.

Insomma, il segreto per pianificare un’efficace strategia d’investimento è sempre lo stesso: conoscere i tuoi obiettivi e il tuo profilo di rischio prima di agire. Per tutelare i tuoi risparmi è importante affidarti a un Private Banker di comprovata esperienza. Un professionista con il quale instaurare un rapporto duraturo e di fiducia, per orientarti nelle tue scelte e supportarti con tutte le informazioni necessarie.

Contattami senza impegno e richiedi una consulenza gratuita. Insieme possiamo analizzare la tua situazione e progettare una pianificazione finanziaria personalizzata in funzione delle tue necessità.