Investire Oro Fisico

Proprio in questi giorni le quotazioni dell’oro sono ai massimi dal 2013, c’è stato un ritorno d’interesse da parte dei Governi, causato dalle turbolenze geopolitiche mondiali, tra le quali: Brexit, guerra commerciale Usa-Cina, e un generale timore del quadro macro-economico mondiale.

Sono aumentate perciò le riserve auree dei vari Stati. Nel 2018 le nazioni a livello globale hanno acquistato ben 640 tonnellate d’oro, il doppio rispetto al 2017, una quantità del genere non veniva acquistata dal lontano 1967. Dal 1971 ad oggi l’oro ha reso il 455% con una volatilità del 27% e la de-correlazione con i mercati azionari è stata solo dello 0,27%.

Quindi come investire in oro? Comprandolo fisicamente, acquistando lingotti, oppure si può investire in ETF ovvero strumenti derivati che replicano il valore dell’oro, altrimenti si possono comprare fondi che investono in aziende che operano nel settore del metallo più prezioso.

L’oro è o non è una forma di investimento? In un’ottica complessiva di diversificazione è consigliabile avere una piccola parte di questo asset nel proprio portafoglio. Quello che però fa la differenza è probabilmente il timing, ovvero quando investire in oro, ci sono periodi e periodi e questo che stiamo attraversando potrebbe essere molto accomodante.