Pianificazione-passaggio-generazionale-aspetti-non-trascurare

Un passaggio delicato per un imprenditore che ha dedicato una vita alla sua azienda è proprio quello del passaggio generazionale, non aver pianificato correttamente il futuro della propria attività, rischia di far “sparire” la sua creatura dal mercato.

Passaggi generazionali in Italia

Ogni anno nel nostro Paese sono ben 80 mila le imprese a conduzione famigliare coinvolte in un ricambio generazionale su un totale di 4,8 milioni di aziende dislocate su tutto il territorio nazionale. Dal lato del risparmiatore va invece considerato che nell’ultimo decennio la ricchezza lorda detenuta dalle famiglie degli ultra-sessantacinquenni è passata dal 21% al 34% mentre quella della fascia 55-64 anni è cresciuta nello stesso arco temporale dal 18 al 29%.

Successioni e testamenti

I passaggi generazionali oltre ad essere momenti dolorosi, sono spesso anche inaspettati e non facilmente gestibili. È bene ricordare che il termine per la presentazione della dichiarazione di successione è di dodici mesi decorrenti dal giorno della morte del defunto. Per quanto concerne invece l’accettazione dell’eredità, tale diritto si prescrive nel termine di dieci anni.

Se l’intenzione è quella di redigere un testamento è consigliabile farlo per tempo e seguendo le modalità di scrittura consentite dalla legge. Le forme ordinarie di testamento sono il testamento olografo ed il testamento per atto di notaio. Partendo dal presupposto che il testamento olografo (scritto di pugno dal testatore) ha la stessa efficacia del testamento pubblico (redatto dal notaio), si possono fare le seguenti considerazioni.

Il testamento olografo, per essere valido, deve necessariamente essere scritto di pugno dal testatore, dallo stesso sottoscritto e deve riportare la data in cui è stato redatto (con la precisazione che la data deve essere composta dal giorno, dal mese e dall’anno). Il testamento pubblico, invece, è ricevuto dal notaio in forma di atto pubblico e prevede necessariamente la presenza di due testimoni. Presuppone pertanto il necessario incontro tra il testatore, i testimoni ed il notaio, che provvederà alla redazione ed alla conservazione del documento.

L’Ultimo Scatto: il mio libro

Sull’argomento dei passaggi generazionali ho scritto un libro intitolato “L’Ultimo Scatto”, un parallelo tra sport (ciclismo) e finanza. La pubblicazione, oltre a dare indicazioni e suggerimenti pratici tratta anche alcune storie di passaggi generazionali di “successo” e di “insuccesso” di numerose famiglie italiane.

Il libro non vuole essere la panacea ma uno strumento per aiutare imprenditori e risparmiatori a compiere un “ultimo scatto” ovvero a guardare oltre andando quindi a pianificare in modo corretto e con i giusti strumenti il loro patrimonio.